Commento al vangelo2019-01-24T11:42:29+01:00
1704, 2019

Mercoledì Santo 17 aprile 2019

«In quel tempo, uno dei Dodici, chiamato Giuda Iscariota...», con queste parole l'evangelista Matteo sottolinea che il traditore appartiene al gruppo degli apostoli, o se preferiamo appartiene al collegio dei vescovi. In questo Mercoledì Santo è necessario riflettere sul fatto che i nemici più pericolosi della Chiesa, quelli che hanno saputo infliggere le ferite più dolorose, sono spesso quelli più vicini: sacerdoti, vescovi, cardinali, papi. Coloro che furono privilegiati da stare più vicino a Gesù, alzano per primi la mano per colpire il Maestro e fare danno […]

1604, 2019

Martedì Santo 16 aprile 2019

Senza Dio la fragilità dell'uomo è incline al tradimento e al rinnegamento: Giuda e Pietro due apostoli che hanno sperimentato sulla propria pelle i frutti amari del peccato. Due moniti per i cristiani di oggi che si alternano tra il tradimento delle proprie radici cristiane e il rinnegamento della propria identità di fede. Che cosa l'uomo può pretendere di donare a Dio? […]

1504, 2019

Lunedì Santo 15 aprile 2019

L'inizio della Settimana Santa è caratterizzato dal gesto di amore di Maria sorella di Lazzaro. L'unzione di Betania sottolinea la venerazione per la persona di Cristo, l'unto di Dio, ma esprime al contempo la riconoscenza e il rendimento di grazie di Maria e di Marta per aver riavuto il fratello Lazzaro in vita. L'olio di Nardo è il simbolo della preziosità della persona di Cristo […]

1404, 2019

Domenica delle Palme 14 aprile 2019

Il Signore Gesù entra nella città santa a dorso di una bestia da soma, non sceglie il cavallo simbolo della potenza e della forza, ma l'asino simbolo del servizio mite e silenzioso. Cristo è il Re umile, che si è rivestito della nostra condizione umana per salvarci, non si impone con prepotenza, non chiede visibilità, non cerca spettacolo gratuito. La sua dignità rifulge in gesti semplici, che parlano come segni di Dio a coloro che intendono capire […]

1304, 2019

Omelia sabato 13 aprile 2019

La risurrezione di Lazzaro diventa un segno di vita per molti, ma per i Giudei, i capi dei sacerdoti e i farisei diventa solo l'occasione opportuna per emettere un giudizio di morte su Gesù senza possibilità di appello. Le motivazioni che hanno decretato la condanna sono surreali: il timore dei Romani, i nemici conquistatori tanto odiati dal popolo d'Israele. Davanti alla grandezza di Gesù e all'eloquenza dei segni da lui compiuti, vige ancora il timore di essere abbandonati, la paura che il Padre si sia dimenticato del suo popolo […]

1204, 2019

Omelia venerdì 12 aprile 2019

Il Salmo 8 riguardo alla creazione dell'uomo si esprime con queste bellissime parole: «Eppure l'hai fatto poco meno degli angeli, di gloria e di onore lo hai coronato: gli hai dato potere sulle opere delle tue mani, tutto hai posto sotto i suoi piedi». L'uomo è il capolavoro principale di Dio, creato a sua immagine e somiglianza. In dignità è poco inferiore agli spiriti angelici ma […]